(0 prodotti) - 0,00 €

Non hai articoli nel carrello.

Vino Passito - “LOAZZOLO" Zoom

Vino Passito - “LOAZZOLO"

Recensisci per primo questo prodotto

SKU: FL2014001BT0375

 Denominazione: Loazzolo DOC  


  Anno:  2010


  Cantina: Forteto della Luja 


  Regione: Piemonte


  Grado alcolico: 12%vol.


   Abbinamenti: Vino da meditazione, formaggi stagionati, dessert.

Disponibilità: Disponibile

28,00 €
Descrizione prodotto

    Dettagli

    Vino dal colore giallo carico, dai riflessi albicocca e dorato. Ricco e sontuoso al palato: non soltanto dolce, ma ora alcolico, ora fruttato, ora cioccolatoso, ora mielato. Un vino piacevolissimo, che chiude lungo, con eco di vaniglia e cioccolata bianca.
Ulteriori informazioni

    Ulteriori informazioni

    Produttore Forteto della Luja
    Regione Piemonte
    Peso netto 0,375 lt
Recensioni

    Scrivi la tua recensione

    Ogni utente registrato può scrivere una recensione. Per favore, accedi o registrati

CMS tab
Info produttore

    Forteto della Luja

    La particolarità dell’azienda agricola FORTETO DELLA LUJA è che non è soltanto una cantina ma anche un’ oasi nel vero senso della parola, dove la natura è ancora fondamentale. La famiglia Scaglione vive da sei generazioni in questo luogo che di generazione in generazione è diventato quello che è oggi.
    In passato, oltre ai vigneti, c’era anche la produzione di formaggio e la coltivazione di piante da frutta. La cantina relativamente piccola che risale al 1700 veniva usata per la produzione di un po’ di vino per uso personale e l’uva restante veniva venduta.
    Dal 1985, dopo una serie di premi, hanno iniziato la produzione di un passito vendemmia tardiva “Loazzolo d.o.c” che nel 1992 ha avuto il riconoscimento ufficiale con la d.o.c. (denominazione di origine controllata) Loazzolo.
    I vini sono sempre stati prodotti in modo tradizionale e i vigneti, con una particolare posizione geografica, lavorati a mano perché molto ripidi e stretti così come da sempre non viene usato il diserbante secondo le norme dell’agricoltura biologica.
    Non si tratta perciò di un’azienda che, dopo molti anni di coltivazione convenzionale che prevede l’uso di prodotti chimici, passa al biologico, ma da generazioni la vigna viene coltivata con metodo tradizionale oggi regolamentato e riconosciuto come agricoltura biologica.
    Si può perciò parlare di grappoli sani in quanto la condizione delle viti dipende fondamentalmente dalla condizione del terreno e dalla quantità di sostanze organiche contenute in esso.
    Un esempio per la lotta contro gli insetti nocivi è la presenza di nidi artificiali per favorire la riproduzione e lo stanziamento di piccoli uccelli.
    Mostra tutti i prodotti del produttore